SALVADOR DALÍ. SURREALIST AND CLASSIC

Data inizio
01 aprile 2017

Data Fine
02 luglio 2017

Museo Fabergé

La mostra, curata da Montse Aguer, direttrice Musei Dalí, presenta le opere di Dalì che mostrano la grande ispirazione che il maestro spagnolo trae dalla tradizione italiana e dai grandi artisti soprattutto rinascimentali. L’esposizione comprende 150 opere tra dipinti, acquerelli e xilografie (tra cui l’intera serie che illustra la Divina Commedia) che testimoniano ampiamente l’onnipresenza dell’eredità classica all’interno della produzione artistica di Dalì. L’artista, sicuramente il più enigmatico tra i surrealisti, caratterizzato da una profonda forza di convinzione radicata spesso nellʹeccesso visionario del quale è protagonista e promotore, qui cita Raffaello, racconta Cellini, illustra Dante e dipinge Michelangelo come nei quattro Senza titolo, inediti (Mosè, Cristo dalla Pietà di Palestrina, Giuliano de’ Medici, Ragazzo accovacciato) che figurano tra le sue ultime creazioni degli anni Ottanta e sono presentate per la prima volta come un corpus stilistico e tematico.

Giorni mostra:

Visitatori:

MondoMostre Roma